Archivio Storico-Digitale

Switch to desktop

Pubblicazioni, studi, tesi di Laurea

 

 

Le radici delle confraternite di Sedini e Bulzi, storie e canti

Autore: Fabio Ardau

Questa ricerca si propone di analizzare l'evoluzione storica delle Confraternite di Santa Croce, dei paesi di Bulzi e Sedini. Una prima sezione testuale, raccoglie i risultati dello studio sulle due confraternite di Sedini e Bulzi; una seconda sezione comprende invece alcune scansioni dei documenti d'archivio inerenti all'oratorio di Santa Croce in Sedini, e estratti dei Laudari Bulzesi. Il lavoro vuole essere una premessa, ma soprattutto uno stimolo, a possibili approfondimenti futuri.

 

 

 

 

 

Ultima modifica il Venerdì, 03 Gennaio 2014 17:18

Visite: 7

 

 

 

Le visite pastorali di Mons. Giuseppe Stanislao Paradiso, vescovo di Ampurias e Civita (1809-1813)

Tesi di Laurea.

Autore: Laura Angioi

Il manoscritto riguarda le Visite Pastorali del vescovo Giuseppe Stanislao Paradiso, nelle due diocesi unite di Ampurias e Civita, nel 1809 e 1813. La peculiarità di questo documento inedito sta nel fatto di essere una fonte molto importante per l'analisi storica, sociale e religiosa del Nord Sardegna.

La finalità dello studio è, infatti, molteplice: da un lato vi è l'intenzione di analizzare, in maniera approfondita e critica, il menzionato manoscritto, per ricavarne un quadro complessivo il più attendibile possibile alla realtà descritta, da poter inserire in un contesto storico e culturale sardo relativo al medesimo periodo; dall'altro lato vi è poi la volontà di rendere pubblico il contenuto del manoscritto stesso, per troppo tempo rimasto sconosciuto, affinché possa essere uno strumento utile a studiosi e ricercatori di campi diversi come la paleografia, diplomatica, antropologia, etnologia, demografia e storia. [...]

Ultima modifica il Venerdì, 03 Gennaio 2014 17:21

Visite: 3

 

 

Repertorio dei Quinque libri della Diocesi di Civita (Tempio) dal XVII secolo all'Unita d'Italia

Tesi di Laurea.

Autore: Alessandro Scano

In sede di premessa ci pare indispensabile chiarire immediatamente quali siano stati gli scopi della nostra ricerca, nonché il criterio ed il metodo di lavoro che abbiamo seguito. È opportuno precisare, per correttezza, che non si è potuto portare a termine il progetto originario, che prevedeva l'analisi del contenuto e dello stato di conservazione dei Quinque libri per l'intera diocesi di Ampurias e Civita (la cui intitolazione dal 1839 cambia in quella di Ampurias e Tempio). Si è stati infatti costretti a restringere l'oggetto iniziale dell'indagine all'area geografica compresa nella sola parte di Civita (Tempio) [...]

Ultima modifica il Venerdì, 03 Gennaio 2014 16:10

Visite: 9

 

 

Le visite pastorali del Vescovo Salvatore Angelo Cadello Cugia in Gallura (1743-1756) - Volume I

Autore: Luigi Agus

Il presente studio è focalizzato, in particolare, su un libro manoscritto redatto in lingua spagnola, databile attorno al 1763, che riporta tre visite pastorali effettuate dal vescovo Salvatore Angelo Cadello Cugia nella Diocesi di Cìvita, situata nel nord est della Sardegna. Il documento, di circa 250 pagine, è oggi custodito presso l’Ufficio Beni Culturali della Diocesi di Tempio-Ampurias diretto da don Francesco Tamponi. Il volume – in buone condizioni di conservazione – proviene dal palazzo episcopale di Castelsardo, antica residenza del vescovo delle diocesi unite di Ampurias e Cìvita, ed è stato interamente scannerizzato con immagini ad alta risoluzione a opera dello stesso ufficio. [...]

Ultima modifica il Mercoledì, 17 Luglio 2013 09:53

Visite: 11

 

 

L'Argento e il Sacro

Argenti sacri della Diocesi di Tempio-Ampurias.

Autore: Aldo Sari, Marco Agostino Amucano, Gianflorest Pani

Una tiepida mattina d'aprile dell'anno del Signore 1120 il Vescovo Nicola, dopo un profondo inchino, con il nuovo timiaterion d'argento incensò l'altare maggiore del monastero di S. Nicola di Solio. L'argento era sardo. I monaci, venuti a popolare il nuovo monastero, provenivano da Montecassino. Così la notizia più antica della diocesi di Ampurias, di Civita e poi di Tempio, riguardante oggetti per la liturgia realizzati nel prezioso metallo. L'argento e il Sacro, dunque, per dire da sempre percorsi che superano confini, orizzonti che convergono in un unico sguardo. [...]

Ultima modifica il Mercoledì, 17 Luglio 2013 09:43

Visite: 16

 

 

Famiglie

Autore: Rosanna Majore Tamponi

Questo libro vuole essere un promemoria per tutti coloro che appartengo­no alla mia famiglia o a quella di mio marito, ma soprattutto spero che diventi un punto di partenza per una ricerca individuale più approfondita. Ho pensato molte volte: "Se i nostri vecchi fossero stati ancora vivi avrei potuto chie­dere loro...". Ho cercato per questo di scrivere quanto è di mia conoscenza per­ché possa essere d'aiuto a coloro che vogliono proseguire nella ricerca del pas­sato e del presente della loro famiglia. In esso ho inserito gli schemi degli alberi genealogici dei diversi rami, basandomi su una ricerca fatta in ogni direzione e durata circa quattro anni.

Poiché sono convinta che la storia importante sia fatta dalla gente comune più che da re ed eserciti ho cercato di entrare dentro le vicende degli antenati della nostra famiglia e, spesso soltanto con i nomi e le date, ho ricostruito per sommi capi la vita dei gruppi familiari. Ne viene fuori un piccolo spaccato della quotidiana vita familiare degli ultimi duecentocinquant'anni, relativamente ai luoghi considerati. [...]

Ultima modifica il Martedì, 23 Luglio 2013 11:01

Visite: 8

 

 

Nobili Briganti

Banditismo politico in Sardegna tra Spagna e Savoia

Autore: Andrea Piga

Un titolo come "Nobili e Briganti" sarebbe stato forse più appetibile, per il lettore comune, di "Nobili Briganti". Ma il fatto è che i briganti più famosi e più temuti (nel piccolo Universo dell'Anglona e del nord Sardegna) furono proprio, in prima primissima persona, i capi delle più potenti famiglie nobili, in particolare quelle di Nulvi, strettamente legate, anche per motivi di parentela, in forti alleanze politiche con i nobili di altri centri. Capi di bande che somigliavano in molti casi a veri e propri eserciti privati, entrarono spesso in conflitto, e talvolta in sanguinose battaglie, con le forze statali. La stessa situazione politica favorì questa contrapposizione che, proseguendo all'indomani della guerra di successione spagnola (1700-1713) la divisione della nobiltà del nord Sardegna in due partiti, schierati uno per Carlo d'Asburgo e l'altro per Filippo V, sembrava autorizzare l'esercizio della violenza sino a conferire a questa attività fuorilegge il colore di una forte opposizione politica al nuovo regime sabaudo.

Andrea Piga, medico di fama riconosciuta, si confronta qui con i misteri della storia, disegnando con sicurezza e plasticità i piccoli e grandi personaggi di questa tormentata vicenda e le figure quasi leggendarie di banditesse come donna Lucia Tedde Delitala.

Ultima modifica il Martedì, 23 Luglio 2013 11:02

Visite: 5

Template Design © UBC Diocesi di Tempio-Ampurias_Tutti i diritti sono riservati.

Top Desktop version

Postnoe Are you sure that you want to switch to desktop version?